Chi è Carlos Villar? Lo spiega l’investigatore David Rea

 

http://www.sottoilcielorossazzurro.it/calcio/catania/item/3207-chi-e-carlos-villar-lo-spiega-l-investigatore-david-rea

 

Numerose e svariate sono le voci che circolano e si rincorrono sull’imprenditore argentino Carlos Villar che sarebbe interessato all’acquisto del Catania (leggi la nostra intervista al dott. Federico Balzano, advisor del gruppo Villar del 21 settembre,http://www.sottoilcielorossazzurro.it/component/k2/item/2934-federico-balzano-advisor-del-gruppo-di-ruben-villar-catania-l-idea-ci-piace ). Qualche giorno fa la nostra redazione ha linkato alcuni documenti attestanti le presunte credenziali bancarie di Villar, documenti pubblicati dal portale web thewhistleblowers.info. Il sito è gestito da un investigatore privato, David Rea, e dal 2012, secondo quanto scrive Rea, è sotto la minaccia della criminalità per ciò che pubblica. La nostra redazione ha contattato David Rea per chiedergli qualcosa in più sulla veridicità dei documenti che riguardano l’attività del gruppo Villar: numerosi, infatti, gli articoli pubblicati sul sito, riguardanti proprio la vita e la carriera dell’imprenditore.

Abbiamo chiesto a David Rea di raccontarci qualcosa in più sul conto di Villar e le sue risposte sono state alquanto sorprendenti. Secondo Rea, infatti:«la società Skybridge Capital Investment Finance & Logistic Limited non sarebbe registrata in Spagna e, dunque, Villar non sarebbe l’amministratore di una società registrata appunto in Spagna in quanto la società che fa riferimento a Villar avrebbe un nome simile, ma non sarebbe, comunque, di origine spagnola». Secondo quanto sostiene David Rea:«l’imprenditore argentino farebbe parte di un gruppo criminale dedito alla frode sofisticata e al riciclaggio di denaro, gruppo che, sempre secondo Rea, opererebbe in Italia e Argentina». Ma ci chiediamo come sia possibile che nessuno sia intervenuto vista la gravità dei reati: sono solo supposizioni? David Rea, inoltre, pone dei forti dubbi sulla possibile acquisizione, da parte di Villar, di una società calcistica. David Rea spiega anche la provenienza dei documenti bancari pubblicati sul suo sito: secondo l’investigatore non sarebbero autentici, ma artefatti. Davvero pesanti le accuse di David Rea nei confronti di Villar: lo stesso Rea, poi, ammette che:«il mio sito, non di rado, viene attaccato perché propone giornalmente articoli su presunti truffatori e sul riciclaggio di denaro. Voglio lottare fino alla fine per scoprire queste attività illecite».